Intervista a Glam on Web

sito laperlaboutique.com

Intervista con Federico Venturoli, amministratore delegato di Glam on Web, società specializzata nella vendita online (con 3 siti) di intimo e abbigliamento. In Italia e all'estero.

Da quanto tempo e' online il vostro negozio di commercio elettronico?
Attualmente gestiamo 3 progetti di commercio elettronico:

  • La Perla Online Boutique (ex Glam On Web), online dal 2000
  • Glam Outlet, online dal 2004
  • La Perla USA, online dalla fine del 2007

   

Di quante persone è composta la vostra struttura e di cosa si occupano?

  • Commerciale e Customer care: 3 persone
  • Gestione del catalogo, Pianificazione e Progetti speciali (CRM – Sviluppo estero – ecc.): 3 persone
  • Marketing e Comunicazione: 2 persone
  • Ufficio Grafico: 3 persone
  • Ufficio IT: 3 persone
  • Magazzino: 3 persone
  • Amministrazione: 1 persona
  • Direzione: 1 persona

Quali sono gli obiettivi?
Gli obiettivi sono duplici: sia di carattere commerciale che di comunicazione.
Da una parte quindi la commercializzazione online dei prodotti La Perla tramite due progetti: la Boutique, che propone le collezioni della stagione in corso, e l'Outlet, dove la proposta commerciale è quella delle passate stagioni con sconti fino al 70%.
Dal punto di vista della comunicazione, la Boutique ha la funzione di aiutare l'utente nell'infocommerce, nel reperire quindi informazioni sul prodotto per eventualmente poi acquistarlo, se non online, nelle boutiques fisiche.

Quali sono i vostri siti/concorrenti di riferimento?
In Italia non ci sono reali concorrenti, anche perché il marchio La Perla in sé non ha reali competitor sulla sua fascia di prezzo. Un sito simile in Italia è Yoox, anche se la proposta commerciale è decisamente diversa. All'estero ci sono alcuni siti che hanno una proposta commerciale in parte sovrapposta: per esempio netaporter.com, eluxury.com, neimanmarcus.com, ecc.
 

In cosa pensate di distinguervi nella vostra offerta online? Su cosa puntate?
I nostri punti di forza sono in particolare la qualità del prodotto e la notorietà del Marchio, la qualità del servizio che offriamo (consegna in 48 ore in Europa tramite corriere, customer care specializzato sul prodotto a disposizione del cliente sia per il pre che per il post vendita, ecc.) e la varietà dell'offerta (intimo, lingerie, abbigliamento, moda mare, accessori, per lei e per lui).

Quali strumenti di web-marketing utilizzate per promuovervi online? E quali sono i più performanti?
I principali strumenti di Web Marketing che utilizziamo sono l'invio di newsletter e DEM, il posizionamento sui principali motori di ricerca (tramite SEM e SEO), la presenza nei siti moda con aree dedicate, campagne banner su portali e siti a target, presenza su comparatori di prezzi e aree shopping, affiliazioni, ecc.

Utilizzate sistemi professionali per il tracciamento delle visite e degli ordini? Riuscite ad analizzare puntualmente i dati che raccogliete?
Sì, utilizziamo un sistema di business intelligence proprietario che ci permette di analizzare accessi e vendite per ognuna delle campagne che facciamo, oltre ai percorsi di navigazione e ai comportamenti di acquisto sui siti.

Il vostro settore risente di qualche tipo di stagionalità? Ci sono periodi di vendita particolari?
Seguiamo la stagionalità della moda, quindi le collezioni si dividono fra primavera/estate e autunno/inverno. Oltre a questo, i periodi più caldi a livello di vendite sono quelli dei saldi (estivi e invernali), San Valentino e Natale. Inoltre, nel periodo maggio-luglio il catalogo viene incrementato grazie alle proposte mare.


Quante volte avete messo mano al vostro sito rispetto alla prima versione?
La boutique ha avuto 3 grossi restyling, di cui l'ultimo l'anno scorso, ma siamo in continua evoluzione. Anche l'outlet ha avuto due restyling grossi dall'inizio (di cui l'ultimo quest'estate).

Lavorate anche lato SEO? Se sì, fate tutto da soli?
Sì, da un anno a questa parte abbiamo fatto un grosso lavoro sul SEO appoggiandoci a una realtà esterna che ci ha seguito l'ottimizzazione del sito per il posizionamento naturale nei motori di ricerca.

Fate parte di qualche associazione di categoria come Netcomm o Aicel? (le conoscete?)
Facciamo parte di Netcomm da quando è nata, mentre AICEL non la conosciamo.

Cosa manca ancora al commercio elettronico in Italia?
Manca soprattutto la fiducia da parte dei consumatori nei siti di e-commerce e una copertura adeguata da parte dei media, che spesso si limitano a sottolineare i lati negativi relativi alle frodi, invece di mostrare tutte le facce di questo mondo. Inoltre, si sente l'assenza dei grossi operatori, marchi e aziende, soprattutto per quanto riguarda la moda: le acque si stanno muovendo un po' adesso, ma lo scenario è ancora lontano da quello americano o di altri paesi europei.

Se vinceste alla lotteria e vi trovaste dei soldi in più da investire online, come li impieghereste?
Nell'ampliare la comunicazione sui portali e siti moda e femminili, sopratutto in Europa. In generale, ci piacerebbe ampliare la nostra visibilità all'estero, anche in Russia, nei paesi dell'est e in medio oriente, dove prevediamo a breve di aprire le vendite. Per quanto riguarda l'Italia, sarebbe interessante fare una comunicazione più capillare, per esempio sui siti dei quotidiani e sui portali generalisti.

Infine, è vero che comprerai il nostro libro? 🙂
Certamente! Penso che sarà molto interessante….

siti del gruppo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Posted by: Riccardo Porta on Category: Vita da Shop

Tag:, , , , , ,